Domenica 18 giugno si è rinnovata la tradizione dell’infiorata lungo le strade del centro storico di Ferentino, in occasione del Corpus Domini, festa dedicata all’Eucarestia, una delle più popolari, celebrata con una lunga processione che dalla Cattedrale dei Santi Giovanni e Paolo ripercorre l’itinerario della processione del santo Patrono.

Strade e piazze trasformate in un coloratissimo tappeto di fiori con rappresentazioni di scene a carattere religioso, sulla vita e gli insegnamenti di Cristo, della Madonna e dei Santi, decorazioni artistiche a tema libero, quadri realizzati soprattutto con fiori, con la predilezione per la ginestra, erbe verdi ornamentali, a seguito di precise scelte, tecniche di conservazione e colorazione, con il ricorso a elementi per aumentare la selezione dei colori per il giusto effetto dei quadri.

L’infiorata di Ferentino è curata dall’associazione Pro Loco con un concorso a premi quale riconoscimento per i tratti più originali, frutto del generoso impegno delle famiglie residenti, appassionati e volontari, che in poche ore riescono anche con pochi mezzi a realizzare straordinarie forme artistiche.

Il presidente della Pro Loco, Luigi Sonni: Anche quest’anno saranno premiati oltre venti tratti d’infiorata. Le premiazioni si svolgeranno a luglio nel corso del concerto dell’Orchestra di Fiati Città di Ferentino. Vorrei segnalare l’infiorata che è stata realizzata all’interno e all’esterno della chiesa della Madonna di Fatima, i quadri dentro Santa Maria Maggiore, iniziativa ripresa da Padre Luigi, il quadro realizzato all’ingresso del Duomo, ispirato al pavimento cosmatesco all’interno dello stesso. Grazie all’impegno di tante persone di buona volontà, grazie a don Giuseppe Principali che ha coordinato una così partecipata processione, grazie ai concittadini per una bella e colorata città.