Cresce l’attesa per uno degli appuntamenti più seguiti e avvincenti della manifestazione Ferentino è. Domenica prossima, 17 settembre, a partire dalle ore 16,00 il Vascello si animerà dei suoni e dei colori della Giostra dell’Anello. Gli Statuti medievali tramandano la notizia che il Comune in due ricorrenze organizzava tale evento: il 16 agosto dies natalis di S. Ambrogio, patrono della città; il 19 maggio dies natalis di S. Pietro Celestino, secondo patrono.Il palio si è svolto almeno fino alla fine del XVI secolo, come attestano i documenti conservati nell’Archivio Storico Comunale. Un evento all’insegna della storia e delle tradizioni, che ruoterà attorno alla Giostra dell’Anello, nel corso della quale si sfideranno i cavalieri in rappresentanza degli antichi quartieri o delle storiche Porte della Città: Montana, Sanguinaria, Posterula (San Francesco), Del Borgo (Sant’Agata).  Saranno tre i cavalieri, scelti e abbinati tramite sorteggio, in sella ai loro cavalli, a rappresentare ciascuna Porta.

Questi i cavalieri: Damiana Boccacci, Pietro Boccanelli, Enzo Bondatti, Simone Ceccarelli, Fernando Cellitti, Pierfrancesco Coppotelli, Massimo Paris, Franco Picchi, Alessandro Piccirilli, Patrizio Podagrosi, Emiliano Riggi, Alessandro Zaccari.

Farà da prologo all’esibizione, il corteo storico con la sfilata dei costumi in abito d’epoca con figuranti e musici degli Istituti Comprensivi cittadini, dell’Associazione Culturale Le Strenghe, della Nobile Compagnia Musica Viva, compagnie dei Comuni vicini: Contrada Cellere Anagni, Musica Antica Paliano, Giuliano di Roma e Gruppo Palio di Priverno. Accompagnerà la sfilata anche la Banda Città di Ferentino. Un suggestiva rievocazione sempre molto apprezzata dal pubblico e arricchita dalla presenza degli Sbandieratori dell’associazione Il Mosaico. Concluderà la serata, un intrattenimento musicale a cura dell’ASD Krissdance.

“E’ sempre straordinario assistere all’esibizione di destrezza della bella tradizione in onore di San Pietro Celestino. La Giostra dell’Anello – ha dichiarato il sindaco Antonio Pompeo – è una festa di colori, di musica, di passione, che mette al centro la nostra storia e le nostre tradizioni legate alla comunità. Un motivo in più, uno dei tanti, tenuto conto del ricchissimo programma, per venire nella nostra città e immergersi nelle atmosfere uniche di Ferentino è”. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che saranno impegnati in questa bella ed impegnativa manifestazione, Pro Loco e organizzatori, dipendenti comunali,volontari, cavalieri, figuranti, Forze dell’Ordine, perché la forza di questa festa è soprattutto nella partecipazione compatta di tutta la città. Alla fine a vincere sarà Ferentino”.