Guidata dal professor Paolo Maddalena, è giunta, lunedì 18 settembre, a Ferentino, una delegazione giapponese della città di Kochi, una città di oltre 300mila abitanti, situata nell’isola di Shikoku, una delle quattro isole principali del paese del Sol Levante. Paolo Maddalena, originario di Ferentino, laurea in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, certificazione Ditals dell’Università per Stranieri di Siena, ha scelto di vivere a Kochi, dove si è trasferito, seguendo la propria passione per il Giappone, e dove ha aperto una scuola di lingue.

La delegazione, accolta dal sindaco, Antonio Pompeo e dall’assessore alla Pubblica Istruzione, Francesca Collalti, dal segretario generale, Franco Loi, ha anticipato l’obiettivo di una reciproca conoscenza territoriale e culturale per dar corso a uno scambio d’interessi comuni, storici, turistici, formativi, ambientali, enogastronomici. Finalità della visita in Ciociaria è scoprire le peculiarità tipiche delle coltivazioni di frutta e verdura, la tradizione contadina con il contatto diretto con gli ingredienti, ricerca e scelta nel sapere dove sono nati e cresciuti, i segreti della cucina “casalinga e tradizionale,” la ristorazione a Km0, le produzioni rigorosamente bio e di territorio.

La fortuna di Kochi – ha dichiarato Paolo Maddalena – è di avere tradizioni e natura impeccabili, oltre ad essere una cittadina molto dinamica, che punta molto su ambiente e turismo.  E’ anche famosa per il suo festival, il Yasakoi-matsuri, tra il 9 e 12 agosto oltre 20.000 ballerini in yukata dai colori vivaci riempiono la città di danze tradizionali. A Kochi si può fare sport estremo in montagna, gustare un ricchissimo street food, praticare pesca estrema, andare a fare escursioni con la Vespa, assaggiare pesci, frutta e piatti che si possono trovare solo qui. L’obiettivo di far diventare Kochi la capitale del bio in Giappone è quasi raggiunto.

Il sindaco Antonio Pompeo, facendo gli onori di casa, ha contraccambiato i saluti e condiviso le finalità della collaborazione: cultura, turismo, arte, storia, tradizioni, auspicando una forte cooperazione in ambito commerciale per lo sviluppo di progetti comuni, scambi di prodotti locali di qualità, valenza culturale dell’enogastronomia regionale insieme al suo importante ruolo nell’offerta turistica nazionale, attività di promozione e informazioni agli operatori locali interessati, informazioni sui produttori italiani, valorizzando i rispettivi territori.

Accompagnati da una guida e dallo stesso professor, Paolo Maddalena, la delegazione di Kochi ha poi avuto la possibilità di ammirare i monumenti e le chiese più importanti della Città di Ferentino. Questi i membri della delegazione, iscritti all’Associazione “Amici d’Italia di Kochi”: Toshihiko Morioka, Kanae Kitamura, Reiko Tanaka, Etsuko Kubouchi, Kumiko Manabe, Junko Minezumi; studiosi di lingue e in grado di esprimersi in modo chiaro e corrente nella nostra lingua.