Sicurezza, decoro, funzionalità, servizi, attenzione costante alla manutenzione ordinaria e straordinaria, qualità della vita: priorità che a Ferentino interessano sia il centro che le zone di periferie perché, come ha sempre sottolineato il sindaco Antonio Pompeo: “la città cresce e si sviluppa, se si lavora per migliorare ogni singola zona”.
E’ stato questo il tratto distintivo dell’Amministrazione in carica, come dimostrano, tra l’altro, i lavori che stanno interessando e interesseranno a breve la Roana, una delle frazioni più popolose, snodo viario e di accesso fondamentale alla città e ai suoi importanti servizi.
I lavori programmati dal Comune sono riportati in due atti:  la determina 830 del 29 dicembre 2017 in cui è prevista la messa in sicurezza del fosso di via Bagni Roana rispetto a  possibili fenomeni di dissesto idrogeologico e la determina 831 del 29 dicembre 2017 per la manutenzione straordinaria dell’incrocio con la SS Casilina, così da migliorare la circolazione e rendere più sicuro il traffico.
Non si tratta certo del primo intervento che l’Amministrazione Pompeo programma e realizza nella località Roana. Nel corso della consiliatura, infatti, la zona, proprio perché densamente popolata e centrale per la viabilità in accesso e in uscita, è stata già oggetto di importanti lavori che ne hanno sensibilmente aumentato il livello di qualità della vita dei residenti e dei servizi: diversi interventi di bitumazione delle strade, ma soprattutto nuova illuminazione e, importantissimo, è stata servita con l’allaccio alla rete del gas.
“E non ci fermiamo di certo – ha aggiunto il sindaco Antonio Pompeo – abbiamo già in mente ulteriori lavori che puntano ad alzare sempre di più il livello di qualità della vita dei residenti e non solo. Le opere già realizzate, a cui si aggiungono quelle in via di realizzazione, sono il segnale di quanta attenzione l’Amministrazione mostra per le periferie. Ma faremo ancora di più, perché, come ho sempre sostenuto, Ferentino deve migliorare in ogni sua zona. Questo è il nostro obiettivo. Lo abbiamo fatto. Continuiamo a farlo. Porteremo avanti, infatti,  anche gli altri interventi che interessano questa zona, già inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche”.