L’amministrazione comunale, nei giorni scorsi, aveva annunciato che gli uffici comunali erano al lavoro per abbassare l’importo per la tassa sui rifiuti.

La tassa deve coprire le spese complessive per la gestione del servizio di raccolta e smaltimento dell’immondizia.

Nel corso del 2018 si sono verificati dei fattori esterni all’attività del Comune, che ne hanno determinato un aumento:

–          Aumento da parte della Regione Lazio con effetti retroattivi, a partire dal 2015, della tariffa di conferimento presso gli impianti;

–          Sospensione della SAF per il trattamento dell’umido con conseguente aumento dei costi di trasferenza presso altri impianti.

L’amministrazione comunale e gli uffici si sono subito attivati e stanno completando il lavoro che permetterà già dal prossimo autunno di intravedere una rilevante diminuzione della tassa.

I fattori che permetteranno tale riduzione sono:

–          i già diminuiti costi di trasferenza;

–       Le risorse che stanno entrando nelle casse comunali grazie ai due regolamenti di recente approvazione per il ravvedimento operoso, i cui introiti andranno ripartiti tra gli utenti;

– Realizzazione ormai prossima dell’isola ecologica.

Ma nonostante ciò è al vaglio degli uffici un nuovo regolamento di incentivi alle attività commerciali che permetterà di abbattere immediatamente gli aumenti della tassa.