La città di Ferentino si è arricchita, nel fine settimana, di un nuovo spazio per la cultura e le attività sociali, recuperando e valorizzando uno dei luoghi più belli del patrimonio architettonico locale. Sabato scorso, infatti, è stata inaugurata, dopo i lavori di ristrutturazione, la splendida Villa Gasbarra.

Grazie ad un finanziamento regionale che ha accolto il progetto presentato dal Comune, sono stati realizzati lavori di completamento, restauro e risanamento conservativo della Villa, nel rispetto dell’originalità e delle peculiarità architettoniche.

Molto curata la cerimonia di inaugurazione, nella quale si sono intraviste le potenzialità della struttura per le attività culturali, per il sociale e anche per le peculiarità del parco interno, uno splendido orto botanico.

Musica, danza e mostra di pittura hanno reso magica l’atmosfera, attraverso un aperitivo musicale con l’orchestra Giardino InCantato,  la personale dell’artista Domenico Cialone e lo scoprimento dell’opera “La danza di Isadora”.

Soddisfatto il sindaco Antonio Pompeo, per questo ulteriore taglio del nastro e per un nuovo luogo d’incontro e di servizi a disposizione della comunità.

“L’attenzione al patrimonio architettonico della nostra città è stato sempre uno dei tratti salienti della mia amministrazione – ha dichiarato il primo cittadino – in questo contesto si inserisce anche il recupero di Villa Gasbarra. Era un preciso punto del mio programma, che abbiamo realizzato.

La struttura è bellissima, può rappresentare uno spazio importante per valorizzare le tante iniziative culturali che Ferentino realizza nel corso dell’anno, può diventare un luogo per garantire servizi alle persone, che è un altro punto forte del nostro mandato amministrativo. E poi c’è il giardino che è veramente bellissimo. Credo che l’inaugurazione di Villa Gasbarra sia stato il modo migliore per festeggiare un anno dalla vittoria amministrativa dello scorso giugno”.

Il Comune, infine, è al lavoro per valorizzare ancor di più la struttura, con ulteriori progetti.