Gli alunni della classi quinte dell’ISISS Foscolo-Galileilogo Unesco, lunedì 30 marzo prossimo partiranno per Madrid, e vi resteranno cinque giorni, grazie ad un progetto di Rete Unesco: dopo il primo gruppo di 48 alunni partito il 22 marzo scorso, quindi, parte anche il secondo gruppo di alunni accompagnato dal preside prof. Paolo Mesolella, dalla prof.ssa Pina Faella e dal prof. Silvano Perrotta alla scoperta di tracce calene e sidicine in terra di Spagna. Dopo l’approvazione di un progetto di educazione al turismo culturale sull’antica Cales, infatti l’ISISS Foscolo di Teano è diventato “Scuola Associata all’U.N.E.S.C.O. e membro della Rete Nazionale UNESCO Italia. Una bella soddisfazione per il Dirigente e per il personale docente, se si considera che tale qualifica ha consentito alla scuola di fregiarsi del logo del Network Internazionale “AspNET” e di permettere agli alunni delle classi quinte di andare in Spagna per visitare i Musei archeologici di Madrid e Toledo alla ricerca dei reperti caleni. “La nostra candidatura alla rete Unesco – ha spiegato il preside Mesolella- si pone come obiettivi il recupero e la condivisione della memoria storica dell’antica Cales e dell’antica Sidicinum, con la realizzazione di uno studio, di una mostra, e di un viaggio in Spagna a Madrid e a Toledo alla ricerca dei reperti. E questo in considerazione del fatto che i primi scavi nel parco archeologico caleno e sidicino furono effettuati nel 1860 dalla Società di Salamanca che trasferì gran parte del patrimonio in Spagna, dove rimangono nascosti ai nostri studenti. Di qui l’importanza del progetto che porta i nostri alunni in Spagna alla ricerca delle proprie origini storiche attualmente poco conosciute e dimenticate anche a causa della lontananza dei reperti. Il progetto prevede lo studio della coroplastica: le terrecotte figurate e la ceramica a vernice nera, in particolare le terrecotte votive; poi viaggi di studio ai Musei archeologici di Madrid, Toledo, Napoli, S. Maria Capua Vetere, Capua e Teano e la pubblicazione di una Guida a stampa e on line sul sito della scuola. Il progetto prevede la conoscenza della storia, dell’arte e del turismo caleno e sidicino in funzione di quello spagnolo cui la storia di Cales e Teano è molto egata. La mostra archeologica finale prevederà la creazione di pannelli sulla Cales e Teanum Sidicinum, sulle terrecotte figurate, sulla ceramica a vernice nera.